Questo sito usa cookies tecnici e cookies di terze parti. Proseguendo la navigazione del sito, effettuando uno scroll della pagina o clickando il bottone Accetta, acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni consultare la voce Informativa cookies
Salta i link dei menu Martedì 20 Aprile 2021
PGS Haka Volley
HomeFrecceNews Frecce Buone e cattive notizie
News

22-10-2004
Buone e cattive notizie

Buone e cattive notizie dalla sede dell'Hakavolley. Andrea Soro Samoano ha finalmente ricevuto l'abilitazione da parte dei medici sportivi di Alessandria che dopo una lunga battaglia legale e vari sit-in dei tifosi hanno accordato alla forte banda alessandrina di prendere parte ai campionati PGS e CSI.
Non riesce a trattenere la soddisfazione il presidente Max Nese che interrompe momentaneamente il suo silenzio stampa e dichiara: 'E' stata una lunga battaglia legale e sanitaria, ma alla fine il verdetto ci ha dato ragione. Sapevamo che un atleta della forza di Andrea non poteva avere problemi fisici e abbiamo puntato su di lui. Mi scuso se ho ipotizzato che altre squadre avessero mosso le loro pedine per escludere il samoano dai campionati, e d'altra parte fanno bene a temerlo, ma, come disse un Presidente più illustre di me, a pensar male si fa peccato, ma a volte ci si azzecca!'.
Molto euforico Andrea Soro Samoano: 'Ho sempre saputo che ce l'avrei fatta e non ho perso la speranza nenache per un momento. Ho molto da dare a questa squadra ed ora sono felice di poter essere nuovamente a disposizione del mister. Festeggerò quest'evento offrendo la pizza a tutti i miei compagni di squadra dopo l'amichevole di lunedì!'.
Ma una nube scura si prospetta nell'ormai schiarito cielo del samoano: l'atleta non è voluto scendere nei particolari, ma contattato telefonicamente dalla nostra redazione ha dichiarato: 'Mercoledì, dopo l'allenamento, ho ricevuto un brutto colpo. Non posso scendere nei particolari, ma un evento che non mi aspettavo ha sconvolto la mia settimana mentre ero in birreria insieme ai miei compagni di squadra...'.
Ignota quindi la natura dell'evento. Il samoano prosegue: 'Non avrei mai voluto vedere la scena che ho visto, a volte la vita è proprio strana! Ti dà l'enorme soddisfazione di poter giocare nella tua squadra del cuore e nello stesso momento ti dà un colpo basso togliendoti la voglia di andare avanti. Chiedo solo ai miei compagni di scusarmi se in questi giorni sarò molto irritabile e giù di morale, nonostante il reintegro nella prima squadra.'.
Abbiamo contattato altri compagni dell'Hakavolley per poter capire qualcosa in più su questo evento sconvolgente. Criptico Marco Dua: 'Rispetto la volontà di silenzio imposta da Andrea. L'evento in questione ha comunque toccato da vicino tutta la squadra maschile, perché tutti quanti avremmo preferito che la cosa non fosse mai successa. Chiederò personalmente al Presidente Nese di porre rimedio alla situazione, lui ha sicuramente il carisma necessario per imporre il taglio definitivo di questa pantomima'.
Noi del sito rimaniamo alla finestra ed attendiamo chiarimenti sulla vicenda.

Data prima pubblicazione: Venerdì, 06 Giugno 2008, Ore: 11:21:33
Data ultima modifica: Venerdì, 06 Giugno 2008, Ore: 11:21:33

Notizie direttamente correlate