Questo sito usa cookies tecnici e cookies di terze parti. Proseguendo la navigazione del sito, effettuando uno scroll della pagina o clickando il bottone Accetta, acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni consultare la voce Informativa cookies
Salta i link dei menu Martedì 18 Dicembre 2018
PGS Haka Volley
HomeFrecceSquadra Frecce Finale CSI 2005
Squadra


Finale CSI 2005
Il campionato CSI provinciale vivrà a breve il suo atto finale. Dopo aver affrontato la regular season, e le semifinali le due squadre dell'Haka partecipanti hanno raggiunto la finale.
L'Haka Volley è lieta di presentarvi lo speciale finale CSI: le formazioni, il cammino delle due finaliste, gli schemi di gioco, la voce dei protagonisti, le curiosità.
Haka Forever e Haka The Best: vinca il migliore!!

L'origine delle squadre
All'inizio della stagione agonistica l'Haka Volley aveva problemi a presentare due squadre al torneo CSI in quanto difettava della componente femminile. Con la costituzione della squadra femminile PGS, questo problema veniva risolto.
La divisione in due gruppi della squadra maschile è stata affidata a Marco Dua che ha presentato a due settimane circa dall'inizio del campionato una lista di giocatori. Questa lista è stata visionata dal Consiglio Direttivo ed è stata oggetto di qualche modifica.
In particolar modo per quanto riguardava la componente maschile bisognava decidere quali fossero i criteri di scelta: ovvero se comporre due squadre equilibrate, oppure una leggermente più forte in modo che si fosse sicuri che almeno una potesse arrivare in finale.
La decisione di inserire sia Bigini che Chiurato nell'Haka The Best poteva far pensare a un'Haka The Best sulla carta più forte, ma l'infortunio che ha tolto per tutta la regular season Bigini, e l'ingresso nell'Haka Forever di tutti i centrali, sulla carta ha riequilibrato la situazione.
Per quanto riguarda la componente femminile sono state date indicazioni di massima, poi le ragazze hanno deciso a quale squadra aderire autonomamente secondo criteri assolutamente personali.
La composizione delle squadre è diventata definitiva con la prima partita CSI che ha visto di fronte le due formazioni hakine per il primo derby della storia. La partita si è svolta il 9 febbraio 2005. Curiosa la situazione di Orecchia che sulla carta sembrava essere stato inserito nell'Haka The Best, e poi in campo venne segnato in distinta nell'Haka Forever.
La gestione tecnica dell'Haka The Best è affidata a Fabio Chiurato, mentre quella dell'Haka Forever è ora affidata a Massimiliano Nese.

Data e ora della finale
Comunicata la data e il luogo della finale.
La finale si svolgerà a Campo Ligure presso il Palazzetto dello Sport, venerdì 6 maggio 2005.
La serata inizierà con la finale terzo quarto posto al meglio di due set su tre tra Voparc Campo Ligure - Antenati.
A seguire la finale per il primo e secondo posto al meglio di tre set su cinque tra le due squadre Haka.

Come arrivare
Il Comune di Campo ligure sorge nel versante nord dell'appennino ligure, a 342 m s.l.m., in provincia di Genova, alla confluenza dei torrenti Ponzema e Angassino con il torrente Stura.

In auto: Autostrada A26 Genova-Gravellona Toce, uscita Masone. Percorrendo la statale 'passo del Turchino' nà 456 si arriva in breve a Campo Ligure. La cittadina dista 35 km da Genova, 40 km da Alessandria, 150 km da Torino, 120 km da Milano.

In treno: stazione ferroviaria di Campo Ligure, linea ferroviaria Genova Brignole-Acqui terme-Asti è 45 minuti mentre il tratto Acqui terme-Campo ligure è percorribile in 35 minuti.

In autobus: Linea AMT (pubblici trasporti di Genova) tempo di percorrenza della tratta Genova Campo ligure circa un'ora. Con il basso Piemonte esiste la linea SAAMO di collegamento con Ovada; tempo di percorrenza 20 Minuti.

Dove mangiare e bere
Sicuramente di buon livello, per quantità e qualità, la presenza di ristoranti, trattorie ed osterie dove si possono gustare i prodotti della zona, anche piatti della cucina contadina come: la rezevora, la testa in cassetta (insaccato originale di Campo ligure), la pute (minestrone di verdure con polenta), la bazzurra (ricetta tradizionale a base di castagna, farina e latte).

Il cammino delle due formazioni verso la finale
Haka The Best
Parte fortemente in salita il cammino dell'Haka The Best. La prima partita vede di fronte le due formazioni dell'Haka nel derby fratricida del 9 febbraio. Mancano Bigini, ma questa purtroppo sarà una costante, Chiurato e Dua. La squadra non ha una propria fisionomia in campo. Tutti gli uomini e le donne a disposizione vengono ruotati. Dopo il primo set vinto clamorosamente ai vantaggi, il secondo e il terzo sono persi nettamente. Incredibilmente sembra che la squadra possa raggiungere il tie break ma il quarto set viene perso ai vantaggi. Una sconfitta accettabile che può essere rimediata cammin facendo.
Nove giorni dopo l'Haka The Best va a Campo Ligure, trasferta sulla carta non proibitiva. C'è inoltre il recupero di Chiurato ma succede l'imprevedibile. L'Haka The Best va facilmente sull'1-0, poi si scioglie: perde nettamente il secondo e il terzo set. Conquista il tie-break con una buona prestazione nel quarto e regge fino al 9-9 al quinto set. Poi è una resa incondizionata che porta una sconfitta al tie break inaspettata e pericolosa.
Tre giorni dopo, siamo al 21 febbraio, la squadra va a far visita agli Antenati di Acqui. La formula dei play-off non è ancora chiara e sembrerebbe che alla finale accedano le prime due squadre del girone. Una sconfitta ad Acqui estrometterebbe forse irrimediabilmente l'Haka The Best dalla finale. Gli Antenati di Acqui sono la formazione che l'anno prima ha conteso fino al tie break la vittoria finale all'Haka riunita nella denominazione Skippy. Insomma non c'è da stare allegri.
Ma incredibilmente ad Acqui avviene la svolta. Prima di tutto tattica: i ruoli di centrale saranno affidati alle due ragazze in campo. Successivamente psicologica: finalmente la squadra prende coscienza dei propri mezzi a cominciare dalla componente maschile. La partita è praticamente perfetta a parte un leggero passaggio a vuoto che costa il secondo set. Il risultato finale di 3-1 rimette in corsa l'Haka The Best.
Il 28 febbraio il derby di ritorno vede l'Haka The Best dominare per i primi due set. un'altra prestazione molto positiva per i ragazzi di Chiurato che vincono ai vantaggi anche il terzo set e affrontano con serenità le ultime due partite.
Ne basta vincere una per essere in semifinale. Compito raggiunto il 14 marzo contro gli Antenati nella gara di ritorno, annichiliti da una prestazione pulita della squadra hakina.
L'ultima partita con Voparc il 4 aprile diventa a questo punto una pura formalità. Basta vincere due set per essere sicuri del primo posto. Due set vinti velocemente, per poi lasciare spazio a chi gioca di meno e chiudere per 3-1.
Per raggiungere la finale la direzione del CSI ha deciso che bisogna affrontare le semifinali incrociate prima contro quarta, seconda contro terza. All'Haka The Best tocca nuovamente il Voparc in casa con partita secca e unica.
Semifinale che viene giocata il 20 aprile. Squadra in formazione tipo, rientro di Bigini che giocherà l'ultimo set e partita che dopo una breve difficoltà iniziale viene condotta per 3-0. L'Haka The Best è in finale.

Haka Forever
Inizia bene l'Haka Forever il suo cammino CSI battendo nel derby del 9 febbraio la sorella Haka The Best per 3-1. L'Haka Forever ruota tutti gli elementi a disposizione e vince anche se con qualche brivido finale che avrebbe potuto portare le formazioni al tie break.
Le partite decisive dell'andata si svolgono nell'arco di due giorni il 24 e il 25 febbraio in casa. Ma la sera del 24 l'Haka Forever riunita nella palestra vecchia del Liceo ha una sgradevole sorpresa. Mancano i pali della rete. Veloce comunicazione con gli avversari, gli Antenati e cambio di campo immediato, con la squadra di Pozzi che è costretta ad andare in trasferta ad Acqui. Arriva una sconfitta netta nei parziali. Molti elementi hakini rendono al di sotto delle loro possibilità e arriva una sconfitta meritata.
Il giorno dopo l'Haka Forever batte nettamente il Voparc e si porta al primo posto in classifica in coabitazione con gli Antenati alla fine del girone di andata. La finale sembra vicina.
Il 28 febbraio si svolge il derby di ritorno. L'Haka Forever gioca i primi due set malissimo perdendoli nettamente. Cerca di rifarsi nel terzo ma viene battuta ai vantaggi. La partita riserva qualche attrito tra le due formazioni, chiarito nei giorni seguenti. Pozzi lascia per motivi personali, la squadra viene affidata a Nese, che si ritrova a giocare dopo una settimana in casa contro Acqui per quella che sarebbe la partita decisiva per l'accesso ai primi due posti. La prestazione del 7 marzo è impeccabile fino al 24-22 del quarto set con l'Haka Forever in vantaggio per 2-1. Qui un calo di attenzione della squadra alessandrina porta però a perdere set e poi successivamente partita. L'Haka Forever è condannata al terzo posto e quindi esclusa dalla finale.
L'ultima partita vede una vittoria platonica per 3-1 a Campo Ligure.
Per raggiungere la finale la direzione del CSI però decide che bisogna giocare le semifinali incrociate prima contro quarta, seconda contro terza. All'Haka Forever tocca la trasferta da brividi ad Acqui seconda in classifica.
Semifinale che viene giocata il 18 aprile. Mancando i palleggiatori titolari, Nese chiede a Pozzi di tornare a giocare. Pozzi accetta. La partita è al cardiopalma e si conclude ai vantaggi del tie-break. 16-14 per una coriacea e meravigliosa Haka Forever che festeggia l'ingresso in finale.

Tutti i risultati del campionato
Leggi i risultati delle due formazioni hakine

Le formazioni delle due finaliste
Per la finale CSI le squadre si presenteranno in campo con queste formazioni.
Haka The Best
04 Bigini Marco
08 Sestito Pierfrancesco
10 Dua Marco
12 Mazzeo Alessandra
13 Soro Andrea
16 Tornato Elisa
17 Di Carluccio Luigi
18 Chiurato Fabio

Nelle ultime settimane un infortunio ha fermato il centrale Elisa Tartuferi, che non potrà essere della partita. Pienamente recuperato sembra Marco Bigini che ha giocato un set nella gara di semifinale contro il Voparc.
La squadra, visto l'infortunio a Tartuferi, attualmente gioca con Di Carluccio in palleggio, Chiurato e Dua di banda con Bigini pronto a subentrare, nel ruolo di opposto si alternano Soro e Sestito, mentre centrali pur non essendo il loro ruolo, si sacrificano Mazzeo e Tornato.
E' possibile nel corso della partita uno scambio di ruolo con Chiurato centrale e Tornato di banda, così come abbiamo visto nella semifinale.
La ricezione è impostata a 3 con palleggiatore unico. Provata con scarsi risultati la ricezione a 2 nell'ultima partita di semifinale. Non crediamo che verrà riproposta in finale, viste anche le buone prestazioni delle due ragazze, quando il centrale nel giro dietro si aggiunge alla ricezione.

Haka Forever
01 Pozzi Roberto
02 Prati Sara
03 Pensa Pier Luigi
04 Castelli Barbara
06 Trombin Michela
09 Negri Riccardo
10 Zancan Claudia
11 Robbiano Paolo
12 Arecco Massimo
14 Nese Massimiliano
17 Succi Massimo

In dubbio la presenza di Roberto Pozzi, che come più volte dichiarato non sarà della partita se saranno presenti almeno uno dei due palleggiatori Prati o Zancan.
La squadra ha cambiato più volte fisionomia in questa stagione, ma in generale gioca con Pozzi o Zancan o Prati palleggiatore, centri Trombin e Robbiano con Arecco pronto a subentrare, Nese e Negri di banda con Pensa pronto a subentrare, Castelli opposto con Succi che scalpita per trovare spazio.
La ricezione è impostata a 3 con palleggiatore unico.

Le interviste ai protagonisti prima della finale
Roberto Pozzi
D: Allora.... Finalmente la finale che del resto è anche un po' sua, visto l'andamento della semifinale
R: Quando una squadra scende in campo in una gara in cui sei dentro o fuori, non è mai il singolo a vincerla o perderla, ma la squadra, il suo atteggiamento, la sua grinta. IN semifinale riuscimmo tutti a mettere in campo queste qualità e quindi la finale è mia così come di tutti gli altri giocatori dell'Haka Forever.

D: Ma non ci vuole anticipare se lei farà parte della squadra dei Forever venerdì sera.
R: Rimango sulla mia posizione. La presenza delle due alzatrici mi suggerisce che sia più corretto farmi da parte. Del resto non mi alleno con la squadra da molto tempo e non reputo corretto presentarmi alla finale come se niente fosse dicendo "Sono qui"

Ultim'ora prima della finale
06-05-2005
Sembra in dubbio la partecipazione di Riccardo Negri nell'Haka Forever. Il centrale alessandrino utilizzato nell'ultima semifinale CSI anche di banda, non ha ancora sciolto la riserva sulla sua partecipazione alla finale. Probabilmente si deciderà tutto all'inizio della partita.

Grande dispiegamento anche di macchine fotografiche e videocamere digitali. Una dei rappresentanti del tifo dell'Haka The Best Laura Tartuferi sta organizzando il materiale multimediale in modo che i momenti più importanti della finale siano immortalati nei prossimi giorni sul sito.

04-05-2005
Nell'ultimo allenamento di rifinitura di stasera mancheranno Di Carluccio, Dua e Soro che aveva già comunicato la loro indisponibilità alla società per questa vigilia di finale. Dovrebbe essersi rimesso completamente Chiurato che stasera condurrà regolarmente l'allenamento. Confermata anche la presenza di Pascarella convalescente dopo un lungo infortunio.

Sembra che la decisione che riguarda l'impiego o meno di Roberto Pozzi nella finale sia arrivata. Lo stesso giocatore, vista la presenza delle due palleggiatrici titolari, ha smentito un suo clamoroso utilizzo nella finale. Certa comunque la sua presenza sugli spalti.

La finale non vedrà in campo neanche Andrea Ruffato. Il laterale dell'Haka Forever alle prese con un lungo infortunio ha comunicato che sosterrà i suoi compagni dalla tribuna. Salgono a questo punto le quotazioni di Piero Pensa per un posto da titolare nella squadra di Nese

03-05-2005
Saranno presenti i due palleggiatori dell'Haka Forever Sara Prati e Claudia Zancan, che ieri si sono regolarmente allenati. Un po' di brivido è corso sulla schiena dei tifosi dell'Haka The Best quando Fabio Chiurato si è presentato in borghese all'allenamento. Per lui però una breve indisposizione intestinale facilmente recuperabile.

E' stato fissato il raduno pre-partita dell'Haka The Best. I giocatori di Mister Chiurato si raduneranno alle 19.45 in Corso Acqui 157, nei pressi dell'abitazione di Di Carluccio. Si presume quindi che le due squadre si raduneranno in posti differenti, anche se non sono ancora note le modalità dell'Haka Forever.

In occasione della finale ha voluto prendere la parola anche uno dei capi ultras dell'Haka The Best Marco Zuliani. 'Mi auguro che la partita sia un'occasione di fratellanza tra le due squadre della stessa società, e che sia una festa dello sport e dell'amicizia. Chiamo testimone affinché questo avvenga Gigi Di Carluccio, che considero persona saggia'. Appello che crediamo venga accolto tranquillamente dalle due squadre.

02-05-2005
Sembra in via di definizione positiva l'infortunio occorso alla centrale dell'Haka The Best, Elisa Tartuferi. La centrale alessandrina sarà probabilmente disponibile per la finale di venerdì prossimo. Probabilmente già questa sera Tartuferi parteciperà all'allenamento.

Per questa settimana la società ha deciso di non recuperare nessuna partita in modo da consentire agli atleti di allenarsi con calma e di trovare la concentrazione per la finale di venerdì. Sono ancora due le partite da giocare in PGS per l'Haka maschile, mentre probabilmente è terminato il campionato della squadra femminile.

Da quale parte si schiereranno i tifosi? Questo è un interrogativo che viene posto da più parti dell'ambiente hakino. Diciamo che l'Haka The Best ha uno zoccolo duro di tifosi che non hanno mai fatto mancare il loro incitamento durante tutta la regular season. Se poi aggiungiamo che la squadra degli Antenati o resterà indifferente oppure tiferà al limite per la formazione di Mister Chiurato, avendo un po' il dente avvelenato nei confronti della squadra di Nese, allora forse sugli spalti ci potrebbe essere una prevalenza di tifo per Haka The Best.

Non è ancora noto se Roberto Pozzi sarà della partita. Il responsabile della squadra Massimiliano Nese sta avviando contatti febbrili per recuperare almeno uno dei due palleggiatori femminili: Zancan o Prati. Stando alle ultime dichiarazioni Pozzi avrebbe detto che si sarebbe fatto da parte se l'Haka Forever avesse potuto disporre di un palleggiatore per la finale.

In una cosa l'Haka The Best sembra già aver vinto: nella quantità di messaggi presente sul forum. Sembra che i più attivi infatti siano proprio i giocatori di Mister Chiurato, mentre quasi inesistenti gli avversari. Forse è proprio per questo che le ostilità tra le due squadre sul web è praticamente inesistente e il divario elevatissimo.

L'idea di una festa comune? Non sappiamo se le due squadre dopo la partita festeggeranno insieme. Per scaramanzia tutti sono molto abbottonati sull'argomento e nessuno ha detto ancora nulla. E' più probabile che le due squadre effettueranno il viaggio per raggiungere Campo Ligure con mezzi separati per poi reincontrarsi nella palazzetto della finale.

Il dettaglio della finale
Vai al dettaglio della finale

Le foto della finale
Guarda le foto della finale

Intervista dopo partita a Luigi Di Carluccio
Una partita sofferta, in cui si vedeva che il nervosismo la faceva da padrone.
Noi non abbiamo giocato bene, troppe palle imprecise per le bande, qualche errore di troppo in attacco e sulle coperture in difesa. Loro c'hanno provato fino in fondo. Anche quando sembrava che la partita fosse incanalata verso un risultato finale contrario, non hanno mollato. Da parte nostra abbiamo una grande forza che è venuta fuori dalle difficoltà che abbiamo avuto in questo inizio di campionato.
Siamo inoltre molto uniti. La formazione praticamente viene decisa a inizio set da tutti all'unanimità e a parte forse Mr Set Chiurato nessuno ha il posto assicurato, e nessuno accampa pretese. E' un ottimo clima che si avverte comunque anche in campo.
Della finale ho dei flash.
LO scambio di messaggi del pomeriggio per cercare di reperire tutto quello che avevamo di bianco rosso per tappezzare la curva di Campo Ligure.
Il viaggio verso Campo Ligure con le macchine interamente foderate di bianco rosso.
I soliti canti del prepartita in macchina, con l macchina che sbanda quando saltiamo tutti insieme.
L'ingresso rumoroso al Palazzetto con il tamburello a mille.
E poi la partita. Con Pier Sestito che distratto era ancora in borghese quando noi già iniziavamo il riscaldamento.
I primi due muri di Pablo su Fabione con noi che sotto rete gli dicevamo di farli nelle partite PGS con qualche parolina scherzosa.
I miei tre muri su Riccardo, di cui due disperati su ricezione sbagliata con attacco diretto.
E poi la fine. Non ho mai temuto di perdere ma quando la palla è finita in rete per l'ultimo punto c'è stata quasi una sensazione di svuotamento. Avevamo raggiunto un minimo risultato ed era finita una stagione lunghissima e anche parecchio stancante.
La prima persona che ho incrociato dopo l'ultimo punto è stato Marco Dua, ci siamo abbracciati ma la festa ha avuto comunque un andamento tranquillo. Perché se è vero che è stato bello fare la finale tutta in famiglia, vincere contro una tua squadra da indubbiamente meno soddisfazione.
E' stata la finale che volevamo. Ci siamo arrivati in modo rocambolesco entrambe ma ce la siamo meritati.
L'ultimo flash mi arriva quando ci siamo messi a cantare ormai a notte fonda nel parcheggio delle macchine: Siamo noi, siamo noi...
Data prima pubblicazione: Giovedì, 17 Novembre 2016, Ore: 12:04:50
Data ultima modifica: Giovedì, 17 Novembre 2016, Ore: 12:04:50